La vestizione del cane – La pettorina


La vestizione del cane – La pettorina

 

La ricerca medica da anni ha reso disponibili i risultati riguardanti le patologie legate all’utilizzo dei collari (danni alla cervicale, alla colonna vertebrale e alla trachea). La pettorina è una valida alternativa a questo strumento che spesso mette profondamente a disagio il cane provocandogli sofferenza, spavento e irritazione.

Nel cane, il collo riveste un’area molto delicata perché come in tutti i vertebrati la muscolatura ha due punti principali di ancoraggio alla colonna vertebrale che sono appunto la zona cervicale e la zona lombare nelle quali le sollecitazioni negative sono da evitare accuratamente. La parte che interessa il collo è inoltre di fondamentale importanza per il comportamento sociale. Ogni tiro o strattone che diamo al collo del cane tramite il collare è percepito come una minaccia e può dare luogo a malintesi nella comunicazione tra uomo e cane.

Lo strattone e la costrizione fisica non si rivelano utili nel training e sono anzi peggiorativi in quanto mettono il cane in una condizione spiacevole in cui o tirerà più forte per liberarsi dal dolore o non camminerà perché spaventato e confuso dai segnali contraddittori che caratterizzano questo strumento. L’utilizzo della pettorina e di un guinzaglio lungo che abbia la possibilità di essere morbido insieme a una corretta comunicazione con il corpo, permettono di rispettare il benessere animale e danno la possibilità a cane e proprietario di imparare a camminare insieme in maniera armoniosa.

Si evitano in questo modo equivoci e situazioni conflittuali perché si eliminano le dolorose strattonate al collo del cane inferte spesso in maniera inconsapevole dal proprietario che rientrano appunto tra le cause del tirare al guinzaglio. La pettorina è adattabile al fisico del cane e regolabile. Per garantire il massimo comfort deve essere di una tipologia specifica che  lasci libero il movimento della spalla.

Si tratta di una pettorina con una cinghia superiore che va dalle spalle alla metà della schiena dove c’è l’anello al quale si aggancia il guinzaglio. Ai lati della cinghia che avvolge la pancia e la schiena del cane ci sono, uno per parte, due ganci per aprire e chiudere la pettorina al momento di indossarla. In ultima analisi si consiglia l’utilizzo della pettorina per favorire il benessere del cane, migliorare la relazione e la comunicazione con lui e dargli una maggiore consapevolezza del suo corpo.

 

Articolo di Roberto Marchesini tratto da www.siua.it

 

 

noi non li strozziamo